Salta al contenuto principale

Quel tipo di ragazza

queltipodiragazza

Ciò che ama in lei è la sua capacità di razionalizzare tutto, anche i sacrifici che lui le chiede di compiere, accettandoli e spiegandoli in maniera così logica da rendere evidente la necessità della loro realizzazione. Ciò che ama in lui è la sua prevedibilità. Come ogni mattina, Anne sta facendo a letto la colazione che Edmund le ha portato su un vassoio. Le piacerebbe tanto potersi alzare per prima e sfruttare le ore migliori della giornata, magari per dedicarsi al giardino di cui ama prendersi cura, ma Edmund ci rimarrebbe male. E poi è ormai un’abitudine che dopo il bagno lui le chieda di aiutarlo a scegliere camicia e cravatta per andare al lavoro, salvo poi indossare quello che già ha deciso di mettersi. È mercoledì e come sempre Edmund andrà a ispezionare qualche casa in campagna per un cliente e se la casa si rivelerà interessante, rimarrà anche fuori a dormire. Anne trascorrerà come al solito la giornata da sola, in attesa del giovedì sera, quando suo marito tornerà a casa. Ora ne è convinta, per lei non sarà un problema avere ospite per un po’ di tempo Arabella, anzi sarà contenta di avere qualcuno con cui chiacchierare mentre Edmund è a Londra…

Anne e Edmund sono sposati da dieci anni e la loro vita procede serena senza intoppi. Sono abitudinari, hanno una quotidianità impostata che si ripete regolare e il nido che hanno costruito è la loro oasi di tranquillità. La loro vita insieme è fondata sui doveri coniugali, fatti principalmente di attenzioni verso l’altro, di parole e gesti misurati, nell’intento di non fare o dire nulla che possa risultare sgradevole o deludente per l’altro. Anne, ad esempio, taglia sempre i capelli corti allo stesso modo, quel modo per il quale anni prima Edmund le aveva fatto un complimento; Edmund, per evitare figuracce, ha incaricato la sua segretaria di ricordargli ogni anniversario e data importante, così da poter acquistare sempre un bel regalo per la moglie. Sembrano essersi costruiti una fortezza sicura, ma in realtà c’è qualcosa di inespresso che li rende distanti l’uno dall’altro. Basta poco infatti per far tremare la fragile impalcatura della loro vita insieme. E quel poco sono la spontaneità e l’istintività di una ventenne bisognosa di affetto e di cure che sconvolge la quotidianità dei coniugi Cornhill, mettendoli di fronte a sentimenti profondi travolgenti non edulcorati dal perbenismo borghese. Quel tipo di ragazza, romanzo di Elizabeth Jane Howard (1923-2014) pubblicato nel 1972 e ora proposto in traduzione italiana da Fazi Editore, racconta una storia dal gusto malinconico, di quella malinconia che attrae e che ci lascia sempre in attesa di qualcosa. Un qualcosa che avviene ¬certo, ma rende ancora più triste la netta separazione tra chi riceve amore e affetto e chi no.