Quotidiani cartacei e digitali, crollano le vendite

I dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni AGCOM, diffusi dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e relativi a fine settembre 2020, confermano il trend negativo già rappresentato nei precedenti Osservatori: nel mese di settembre 2020, la vendita di quotidiani - che include sia le copie cartacee che quelle digitali - è stata pari a circa 61,5 milioni di unità, in flessione del 14% su base annua. Con riferimento all’intero periodo considerato (da settembre 2019 a settembre 2020), le copie mensili cartacee complessivamente vendute dai principali editori sono passate da 51,6 a 32,6 milioni di unità, con una contrazione del 37%. Contestualmente, sempre per i medesimi dodici mesi, le copie digitali sono risultate anch’esse in netta flessione (-16 punti percentuali), mentre hanno messo a segno un aumento rispetto ai valori di settembre 2019 (+5 punti percentuali).



Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER