Intervista a Véronique Ovaldé

Véronique Ovaldé, narratrice francesce tra le più apprezzate nella narrativa contemporanea d’Oltralpe, si è fatta conoscere dai lettori italiani indagando la psicologia maschile di un vedovo, raccontandone la storia di uomo mite, passivo e senza consolazione per la scomparsa della bellissima moglie. È tornata in libreria per esplorare l'altra metà del cielo, narrando le vicende di "eroine" forti e solitarie, che lottano contro un fato che le vorrebbe sempre infelici: perché il destino (a quanto pare) è quello che ci costruiamo, con le unghie, i denti e qualche lacrima. Tra cellulari passati di orecchio in orecchio da scrittrice a interprete e viceversa, la intervistiamo non senza qualche difficoltà. Ma con enorme piacere.
Leggi tutto