Salta al contenuto principale

Ritorno a Hanging Rock

Ritorno a Hanging Rock

Un sabato Alice va al cinema con il fidanzato. Tornata a casa, comincia a manifestare crisi isteriche sempre più gravi che lasciano attonita la madre e che nessun medico o guaritore sembrano in grado di guarire... Giocando con i suoi amici, Alessio ha perso il pallone di un suo compagno e adesso deve a tutti i costi recuperarlo. Dopo la scuola torna quindi al campetto, che confina con una riserva dove si trova anche una tomba etrusca che cela lo scheletro di un ragazzo... Il giornalista di cronaca Vittorio cerca di trovare una risposta alla misteriosa vicenda della sua amica Vania Veroli, sparita nel nulla ormai da trentacinque anni. Una sparizione nella quale lui stesso è in qualche modo coinvolto, insieme al suo amico Valerio... La morte del padre, da tempo malato di Alzheimer, genera nel figlio Saverio la voglia di sparire a sua volta... Le celebrazioni per l’anniversario di un celebre film portano due delle attrici a incontrarsi di nuovo dopo tanti anni, ridestando i fantasmi di un passato che non mancherà di proiettare i suoi tragici effetti sul presente... Un gruppo di ragazzini si intrufola all’interno di una villa abbandonata dove in passato si dice sia scoppiato un incendio alquanto misterioso... Sotto il segno dell’eclissi solare del 1961, le vite di Pietro e Sara scorrono parallele, a volte sfiorandosi a volte allontanandosi, nell’attesa di un incontro definitivo che appare per certi versi già scritto nello spazio cosmico...

Nel 1975 il regista australiano Peter Weir si impose all’attenzione di pubblico e critica con Picnic ad Hanging Rock, tratto dall’omonimo romanzo di Joan Lindsay. Il film, che anche a distanza di anni mantiene inalterato il suo fascino, racconta la storia della gita che alcune ragazze di un aristocratico collegio australiano decidono di fare, il giorno di San Valentino, presso il gruppo roccioso dell’Hanging Rock. Una gita che si concluderà con la misteriosa sparizione di una insegnante e di tre ragazze, di cui solo una verrà ritrovata, alcuni giorni dopo, del tutto priva di memoria. Ed è proprio il tema della scomparsa a fare da filo conduttore ai vari racconti che troviamo in Ritorno ad Hanging Rock, volume che inaugura Trema, la nuova collana “di letteratura nera, raccapricciante, fantastica, inquietante, fantasmatica” curata da Emanuela Cocco per le Edizioni Arcoiris. Una scomparsa che in certi racconti è reale, in altri metaforica, una scomparsa declinata a volte in chiave cronachistica e altre volte in chiave surreale e onirica. Come in tutte le raccolte, anche in questo caso gli esiti sono discontinui, ma questo nulla toglie alla validità del progetto, che proseguirà con altri volumi dedicati rispettivamente a Mulholland Drive di David Lynch, a Shining di Stanley Kubrick, a Vertigo di Alfred Hitchcock. Una iniziativa che merita l’attenzione di tutti gli appassionati di narrativa e di cinema del mistero.