Salta al contenuto principale

Se potessi scrivere di te

Se potessi scrivere di te

Quando si gira per il mondo per il tour di promozione di libro o un film di incredibile successo si finisce per “testare” diversi alberghi: lo sa bene il giovane scrittore Nicolas Kolt, che molto difficilmente si trova a suo agio in una camera d’hotel, per quanto lussuosa. Ma il Gallo Nero è un’eccezione. Questo splendido albergo sull’isola del Giglio è oltre il lusso: profuma di soldi e di gentilezza, a Nicolas sembra di essere a casa di un amico. E meno male, perché stavolta lo scrittore ha veramente bisogno di rilassarsi e di staccare: è stravolto dagli innumerevoli viaggi a cui lo hanno portato il successo del suo primo romanzo La busta e del film che ne è stato tratto, e non riesce a separarsi dal suo Blackberry e dai social network. Il suo primo libro si era praticamente scritto da solo, senza sforzo, ma adesso che si accinge a scrivere una nuova opera Nicolas non sa da che parte cominciare; tra le pressioni dei media, quelle dei lettori e l’attesa ansiosa dell’intera industria editoriale, l’uomo si sente soffocare. Fortunatamente al Gallo Nero lo aspettano tre giorni di assoluto relax…

Uno scrittore travolto da un successo impensato ottiene improvvisamente tutto ciò che un uomo può desiderare: soldi, donne, fama. Il problema è che spesso tutto questo spesso oltre a trasformare la tua vita pratica muta anche la tua personalità, rendendoti più vanitoso ed egoista. È l’altra faccia della medaglia che il protagonista di questo libro fa fatica a gestire: intraprende relazioni sentimentali e sessuali senza senso nel tentativo di dimenticare la ex di cui è ancora innamorato (e che lo ha lasciato “perché il successo lo ha cambiato”), non riesce a trovare il tempo per telefonare alla famiglia o agli amici di una vita, è ossessionato dai social network… gran parte di Se potessi scrivere di te è dedicata a questo cliché che dopo un po’ però risulta noioso e rallenta molto lo snodarsi della trama. Peccato, perché la linea narrativa dedicata al mistero delle origini della famiglia di Nicolas e di come questo si sia trasformato in un libro di successo è molto interessante. Nonostante la scrittura scorrevole la trama non decolla, e il protagonista non cattura facilmente le simpatie del lettore.