Alda Merini: l’ardore sommesso della poesia

Articolo di: 

Chi ha avuto modo di conoscerne la travagliata vicenda umana, saprà in modo particolare che Alda Merini ha vissuto tratti della propria esistenza segregata in alcuni ospedali psichiatrici, sia a Milano che a Taranto, dove si era trasferita dopo aver sposato in seconde nozze il poeta Michele Pierri. Che ha trascorso gli ultimi anni in condizioni di indigenza economica, sopravvivendo grazie ai contributi dei servizi sociali e della legge Bacchelli. Una volta le venne sospesa addirittura l’erogazione del gas, in seguito alle preoccupazioni di un amico a cui aveva confidato “di trovarsi alla canna del gas” e che temeva gesti estremi da parte della poetessa. L’estremo ideale che aveva assegnato a se stessa è stato quello di catalizzare attorno alla propria figura l’attenzione di un variegato pubblico di lettori, costituito non solo da cultori della materia, ma anche da donne frustrate e da poeti esordienti, e soprattutto da una accolita schiera di reietti sociali, che trovavano spesso asilo nel suo angusto appartamento sui Navigli e voce nei suoi componimenti poetici.




Era nata a Milano il 1 marzo del 1931 da una famiglia di umili origini, in quella stessa città dove si è spenta il 1 novembre del 2009 stroncata da un tumore osseo. La sua passione per la poesia si era manifestata in età molto precoce, ma era stata costretta a frequentare un istituto professionale, per aver fallito l’ingresso al liceo Alessandro Manzoni proprio nella prova d’italiano. Come ogni autentico artista, aveva finito per vivere personalmente la sua poetica, coniugando il ritmo dell’endecasillabo con l’istintiva impudicizia di un misticismo erotico, che hanno costituito il segno tangibile di una poesia impulsiva ma formalmente composta. Ogni sua parola, ogni atteggiamento, perfino il suo aspetto fisico, trovavano un’immediata corrispondenza nei suoi versi. Attraversata da un flusso costante di lucida follia, la vicenda esistenziale ha finito invariabilmente per riversarsi in quella letteraria, lasciando che la componente ansiosa e inquieta del suo carattere conferisse alle opere un’intonazione irruenta e visionaria. La compenetrazione dei ruoli si è svolta in superficie, sotto gli occhi di tutti, lasciando che le parole e i fatti passassero in maniera immediata e diretta nella sua versificazione e rendendo difficoltoso distinguere la persona dalla poetessa.

Dicendo che i suoi testi sono legati alla biografia, non si deve tuttavia intendere che siano libri autobiografici. Più che altro sono lo sfogo di una donna che pur parlando di sé non lo fa con chiarezza né a vantaggio della chiarezza, ma riesce non per questo a trasmettere gli umori di una condizione di profondo disagio. Esordì giovanissima pubblicando nel 1953, con gli auspici di Giacinto Spagnoletti e Angelo Romanò, la sua prima raccolta di poesie dal titolo La presenza di Orfeo, con cui ottenne fin da subito ambiti riconoscimenti da parte della critica e l’apprezzamento di Salvatore Quasimodo. Da quel momento la sua produzione letteraria, particolarmente nutrita, è andata arricchendosi di opere in versi e in prosa, che le sono valsi il conferimento nel 1993 del prestigioso Premio Librex-Guggenheim Eugenio Montale per la poesia, nel 1996 del Premio Viareggio e nel 1997 del Premio Procida-Elsa Morante.

Il sentirsi sensibile alle sciagure dei suoi simili serviva in lei ad accrescere il sentimento confuso di un’indole per qualche lato refrattaria alle convenzioni sociali e ostile ad ogni forma di conformismo. Ad una vita che ha tentato di emarginarla ma non le ha impedito di consegnarci l’ardore sommesso di una poesia pur marezzata da una componente di malinconico disincanto. E il rumore cupo della voce resa cavernosa dal fumo, che avevamo imparato a riconoscere, in questi ultimi anni, nelle sue non rare apparizioni televisive.

I LIBRI DI ALDA MERINI



Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER