Salta al contenuto principale

Napoleone Bonaparte: la vita, i libri, i film

Articolo di

Napoleone Bonaparte, una figura titanica che ha plasmato il corso della storia europea nel XIX secolo, continua a suscitare fascino e dibattito anche nei giorni nostri. La sua vita straordinaria e la sua ascesa al potere hanno ispirato numerose opere letterarie che ne esplorano la personalità complessa e il lascito indelebile, e inoltre proprio in questi giorni è arrivato al cinema il kolossal di Ridley Scott interpretato da Joaquin Phoenix, Vanessa Kirby, Tahar Rahim, Ben Miles, Ludivine Sagnier e Paul Rhys, ultimo di una lunghissima lista di film dedicati al condottiero. Il film – che come era prevedibile sta avendo un enorme successo ai botteghini, ha suscitato anche feroci polemiche sulla sua attendibilità storica.



Napoleone è nato in Corsica nel 1769 e ha rapidamente scalato i ranghi dell’esercito francese durante la Rivoluzione Francese. Nel 1799, ha rovesciato il Direttorio per diventare console, consolidando il suo potere e dichiarandosi imperatore nel 1804. Le sue vittorie militari, come quella di Austerlitz nel 1805 e Jena nel 1806, lo hanno elevato al rango di uno dei più grandi comandanti militari della storia. Il mito di Napoleone è cresciuto con la sua grandezza militare e le sue ambizioni imperiali. Ha concepito e imposto un sistema legale che ancora oggi influenza molte nazioni, e ha esteso il suo dominio su gran parte dell’Europa continentale. Tuttavia, il suo declino è stato altrettanto spettacolare: la disastrosa Campagna di Russia nel 1812 e la sconfitta a Lipsia nel 1813 hanno segnato l’inizio della sua caduta, poi sono arrivati l’abdicazione, l’esilio e la morte.

Innumerevoli libri sono stati scritti su Napoleone, coprendo ogni aspetto della sua vita e del suo regno. Ve ne segnaliamo in particolare alcuni, senza pretese di esaustività: Il giovane Napoleone di Ernesto Ferrero ci offre l’occasione di cogliere il lato fanciullesco e commovente dell’austero e superbo condottiero che abbiamo imparato a conoscere sui manuali di storia. Napoleone di Emil Ludwig è forse la sua più celebre biografia, bestseller fin dalla prima uscita, datata 1926 (nel 1927 è stato a lungo il secondo libro di non-fiction più venduto negli Stati Uniti). Ludwig fu nella prima metà del Novecento forse l’esponente più celebre di questo vero e proprio genere letterario, che paradossalmente ha poco a che fare con la storiografia. Interessante anche il volume di Sergio Valzania, una riflessione sull’ascesa e la caduta di Napoleone. “Secondo la versione comune”, scrive Raimondo Luraghi nella sua introduzione al volume, “vincitore dell’Europa intera, con di fronte a sé nemici sfiduciati e divisi, si era assunto la responsabilità di riprendere la guerra (con la disastrosa campagna di Russia) e ne era uscito (giustamente) sconfitto. Già questa scelta avrebbe costituito un errore strategico di tale calibro da incidere negativamente sulla sua qualifica di grande generale. Ma le cose stavano veramente così?”.

Ma – a parte biografie, saggi storici su questa o quella fase della vita di Napoleone, carteggi e così via – letteralmente non si contano le sue apparizioni come “guest star” in romanzi ambientati nella sua epoca. Per dirne uno Lev Tolstoj, nell’epico Guerra e pace ha utilizzato Napoleone come personaggio chiave, offrendo una visione russa delle sue campagne militari.

Napoleone Bonaparte rimane un’icona indelebile nella storia mondiale. La sua figura è stata celebrata, idealizzata o persino diffamata in innumerevoli opere letterarie. Attraverso i libri, possiamo esplorare il suo mondo complesso, i suoi trionfi e le sue tragedie, gettando luce su uno degli uomini più potenti e controversi della storia.

TUTTI I LIBRI SU NAPOLEONE