Salta al contenuto principale

Uno di meno

Uno di meno

Genova, maggio 1584. Il doge Gerolamo Chiavari è impegnato in una battuta di caccia. Durante il percorso, i cani che lo accompagnano vengono uccisi. Inizialmente si pensa alla furia di un cinghiale, invece l’autore dell’uccisione dei molossi è un ragazzo abilissimo nell’utilizzo dei coltelli, che dice di chiamarsi Grifo. Il doge - anziché punire le azioni del giovane - decide di portarlo con sé e affidarlo alle mani esperte di Hakim per l’addestramento: “Ti farò addestrare in ogni arte perché tu possa diventare il guerriero più abile e scaltro che sia mai esistito”. Ventinove anni dopo, abbazia di San Fruttuoso. Grifo non è più un sicario del Doge, è diventato un sacrestano e sta sbrigando delle faccende prima della funzione. D’improvviso sente cigolare i cardini della porticina di servizio. Si volta e si trova davanti un soldato. Il militare apre la bisaccia ed estrae una Bibbia con due coltelli infissi al centro della copertina di pelle spessa. Alla vista della Bibbia, il sacrestano sente lo stomaco aggrovigliarsi e un senso di nausea. La Superba lo reclama. Il nuovo doge, Giorgio Centurione, è minacciato e teme per la sua incolumità. Per Grifo il sicario è giunto il tempo di tornare in azione...

Uno di meno è un thriller storico scritto da Lorenzo Beccati, ambientato tra la fine del Cinquecento e l’inizio del Seicento in una città, Genova, avvelenata da congiure e intrighi di potere. Il protagonista della storia è Grifo, un uomo dotato di enormi capacità fisiche e mentali, che ha passato metà della sua esistenza ad uccidere i nemici del doge Gerolamo Chiavari. Grifo crede di aver chiuso con il suo passato, nel frattempo è anche diventato un sacrestano, e invece un incarico da parte del nuovo doge, Giorgio Centurione, lo riporta a rivestire il ruolo di sicario. Beccati ambienta la sua affascinante storia tra lo sfarzo dei palazzi e nell’ombra dei carrugi e il lettore si ritrova catapultato in una città oscura e misteriosa in cui si svolge un coinvolgente intreccio fatto di intrighi, potere, violenza, prevaricazione e passioni inconfessabili. Beccati è uno scrittore e autore televisivo, ha collaborato alla realizzazione di programmi che hanno fatto la storia della televisione italiana: tra questi Drive in e Lupo solitario. Da molti anni è uno degli autori di Striscia la notizia. Uno di meno è un romanzo di qualità: grazie ad ambientazione suggestiva, ritmo serrato e ottima scrittura riesce a rapire l’attenzione del lettore dall’inizio alla fine.