Salta al contenuto principale

Viscere

Viscere
Franco Gattavecchi è uomo dalle qualità relazionali medio-basse, sposato ma insoddisfatto e insoddisfacente. Lo zapping televisivo in canotta della salute e lo spiare la giovane vicina Ludmila dalla finestra del bagno alle ore 22 seduto sul WC sono tra le sue principali attività extralavorative. Lavora per la Waste Environmental Services and Treatmet (W.E.S.T.), azienda operante nello smaltimento rifiuti che sta risorgendo da un periodo economicamente difficile, grazie alla potenza dei nuovi shareholders. Che poi questa nuova gestione sia illegale e quel disgraziato di Gattavecchi - incapace di ribellarsi, di reagire a quel lurido sistema - sia costretto a redigere schede di prodotti che “magicamente” si trasformano da altamente pericolosi a non pericolosi, alla dirigenza poco importa. Almeno finché non è l’ispettore Mezenov a metterci lo zampino, smascherare la magagna e ricomporre tutti i tasselli anche se il prezzo da pagare per qualcuno sarà più alto del previsto…
David Marsili, biologo livornese con la passione dei racconti, ci trasporta in un romanzo che fa un’accurata analisi interiore del protagonista con toni ironici ma mai patetici. Nella sua postfazione l’autore racconta come un banale evento accaduto in ufficio, un movimento particolare da parte di un collega sia stato la fonte ispiratrice di questo intreccio: singolare come la vita di tutti i giorni porti a creare un percorso così complesso all’interno del romanzo. Segno di una mente che sa elaborare anche le piccole cose per trasformarle in interessanti occasioni narrative. E poi c’è Mezenov, personaggio già presente nel romanzo inedito di Marsili Il Teorema Alcolico, che incarna il mito dell’ispettore: uomo di poche parole, ma che al momento necessario sa risolvere e spiegare l’enigma anche se con una logica tutta sua, ma proprio per questo affascinante. Un noir da leggere tutto d’un fiato, coinvolgente sin dall’inizio e che inevitabilmente fa scaturire un pensiero nel lettore: chissà quante W.E.S.T. ci sono nel mondo…