Salta al contenuto principale

Mortina e la vacanza al lago Mistero

mortinavacanzalagomistero

Di primo mattino, il telefono di Villa Decadente strilla. All’altro capo del filo Zia Megera, sorella di Zia Dipartita e madre del cugino Dilbert. Motivo della telefonata: invitare tutti a Villa Fronzola, sul lago Mistero, in occasione del solstizio d’estate che quest’anno coincide con un evento rarissimo, la Grande Luna Rossa. Mortina è entusiasta all’idea di fare una piccola vacanza… non ne fa una da una vita! Tre giorni dopo sono tutti pronti per il viaggio verso la regione dei laghi: Mortina, zia Dipartita, prozio Funesto, topolino Marcio e Mesto. Dopo diverse ore di viaggio e molte, troppe curve eccoli arrivati a Villa Fronzola. Ad accoglierli Dilbert e Zia Megera che, non vedendo la sorella da quando erano entrambe vive, le fa una grande festa! Sistemate le valigie, eccoli tutti in giardino per un tuffo nel lago fangoso. Ma il loro relax dura poco: mentre si divertono un’auto si ferma di fronte al cancello della villa. E l’ometto che ne esce appende un cartello all’inferriata: “CASA ALL’ASTA. IMMOBILE IN STATO DI ABBANDONO. NESSUN EREDE NOTO”. Una piccola nota aggiunge: “Se nessun erede legittimo si farà avanti presso l’ufficio pubblico del villaggio, la casa sarà messa all’asta venerdì”. Dopo un primo momento di panico è Dilbert a proporre una soluzione per salvare la villa: l’Incantesimo del Ritorno. Bevendo la pozione preparata nella notte di Luna Rossa i defunti possono tornare temporaneamente in vita. Ma non c’è tempo da perdere: l’ingrediente fondamentale - le Erbe Lazzarine - va raccolto quella sera sera stessa…

Quella di Mortina è una fortunata serie di libri illustrati per bambini dai 5 ai 9 anni che ha come protagonista una bambina un po’ diversa dagli altri: è infatti una zombie. La serie vede come autrice sia del testo che delle illustrazioni Barbara Cantini; diplomata in cinema di animazione e animatrice cartoon in varie serie TV per la RAI, vince nel 2011 il concorso “L’illustratore dell’anno” e da allora si dedica a tempo pieno all’illustrazione collaborando con vari editori. Con Mondadori pubblica dal 2017 la serie Mortina, un besteseller internazionale tradotto in trenta lingue. Complici del grande successo della serie vari fattori: l’ambientazione gotica della storia, la peculiare forma narrativa a metà tra “albo illustrato” e “prima lettura”, il giocare con la paura con un tono umoristico e spiritoso. I libri si caratterizzano per una narrazione dal tono austero e per un lessico quasi d’altri tempi, ricco di allusioni e metafore. Le illustrazioni “creepy” che fanno da cornice e spalla alla narrazione sono ricche di particolari e quindi godibili sia dai più piccoli che dai più grandi. In questo volume Mortina, incredibilmente rediviva per un giorno, si trova alle prese con il burocrate dell’asta che rischia di farla morire di noia e noi finiamo con l’essere concordi con la sua conclusione: “Meglio morti fuori, che morti dentro!”.